Corigliano Rossano

/ / Territorio

La storia del comune unico di Corigliano-Rossano è l’unione di due importanti realtà territoriali avvenuta nel 2018 che fanno di questa città la terza più grande della Calabria, dopo Reggio Calabria e Catanzaro e la rendono persino più popolosa del capoluogo di provincia Cosenza. Rossano ha portato nella fusione tutta la sua cultura bizantina, compreso il Codex purpureus, riconosciuto dall’Unesco patrimonio dell’umanità, mentre Corigliano ha portato in dote tra le sue bellezze l’imponente Castello Ducale voluto da Roberto il Guiscardo sul finire dell’XI secolo.

La nuova Corigliano-Rossano ha un patrimonio storico e culturale molto vasto, ma sicuramente in una sua visita non possono mancare le tappe al già citato Museo Diocesano di Arte Sacra, alla Cattedrale della Santissima Achiropita, alle chiese bizantine di San Marco e Panaghia, all’Abbazia del Patire, al Museo della Liquirizia Amarelli, al Castello Ducale, alla chiesa di San Francesco di Paola, alla chiesa di Sant’Antonio.

Al ricco patrimonio culturale si aggiungono le bellezze naturalistiche quali ad esempio: i Giganti di Cozzo del Pesco e la Riserva Naturale Foce del Crati oltre naturalmente ai chilometri di costa e alle ampie spiagge lambite da un azzurrissimo Mar Jonio.

Partecipa anche tu alla presentazione del tuo comune inviandoci informazioni, notizie, curiosità, ecc. all’email info@sibarielacostadeitremiti.it.