Sibari e la costa dei tre miti

La “Carta di Sibari e la costa dei tre miti” rappresenta uno degli strumenti del progetto “Sibari e la costa dei tre miti. Italo Ulisse e Federico. Diritto alla bellezza e al turismo per tutti. Itinerari turistici accessibili, interculturali ed interreligiosi”, creata appositamente per sensibilizzare e promuovere l’accessibilità universale, nel territorio ricadente nei seguenti comuni: ALBIDONA, ALESSANDRIA DEL CARRETTO, AMENDOLARA, CANNA, CASSANO ALLO IONIO, CASTROREGIO, CIVITA, CERCHIARA DI CALABRIA, CORIGLIANO ROSSANO, FRANCAVILLA MARITTIMA, MONTEGIORDANO, NOCARA, ORIOLO, PLATACI, ROCCA IMPERIALE, ROSETO CAPO SPULICO, SAN LORENZO BELLIZZI, TREBISACCE, VILLAPIANA.

L’obiettivo della “Carta di Sibari e la costa dei tre miti” è quello di contrastare tutte le situazioni che possono limitare la condivisione e la fruizione del patrimonio culturale e turistico per:

  • la presenza di barriere culturali e sociali;
  • la presenza di barriere architettoniche;
  • l’assenza di supporti che consentano la fruizione a soggetti con limitazioni sensoriali.

e quindi favorire:

  • la fruizione del patrimonio turistico culturale per un pubblico più ampio;
  • il miglioramento delle condizioni di utilizzazione e fruizione rispettoso degli standard e delle convinzioni religiose, culturali.

In sintesi, al centro dell’attenzione della carta ci sono le esigenze del turista/visitatore affinché sia accolto, ascoltato, accompagnato, secondo un approccio olistico e la trasparenza delle informazioni. Il tutto per non pregiudicare il valore dell’esperienza e della vacanza. Sviluppando comportamenti che abbiano come centralità una cultura dell’accoglienza senza pregiudizi condivisa da cittadini, associazioni, imprese e istituzioni.

I contenuti e le parole chiave della carta

  • Turismo per tutti
  • Comunicazione
  • Ascolto
  • Conoscenza
  • Accoglienza
  • Condivisione
  • Innovazione
  • Fruibilità
  • Accessibilità universale

Il turismo per tutti: È il diritto per ogni cittadino di poter godere della bellezza del mondo e di essere felice.

La comunicazione: È la capacità di un territorio, della sua comunità, delle sue istituzioni, dei suoi beni materiali e immateriali di rappresentarsi nel modo più vero possibile.

La conoscenza: È la capacità delle istituzioni e degli operatori turistici di documentarsi sulle esigenze del turismo moderno, globale, interculturale e interreligioso e quindi delle diverse esigenze culturali e sociali dei viaggiatori, turisti e pellegrini.

L’accoglienza: È la capacità di un territorio, delle istituzioni e degli operatori turistici di andare incontro alle esigenze dei visitatori.

La condivisione: È la capacità di considerare la diversità e varietà culturale, quale strumento di conoscenza e crescita. 

L’innovazione: È la capacità di andare oltre la propria cultura, le proprie convinzioni, i propri orizzonti.

La fruibilità: È l’approccio teso alla rimozione di ogni barriera fisica, sensoriale e culturale.

L’accessibilità universale: È la capacità di un luogo e della comunità che lo abita di essere accogliente, tollerante, ospitale, quindi in grado di ridurre gli ostacoli che limitano la fruizione del suo patrimonio turistico.

Perché sottoscrivere la CARTA DI “SIBARI E LA COSTA DEI TRE MITI” 

Sottoscrivere la “Carta di Sibari e la costa dei tre miti” per un ente territoriale significa in relazione ai punti sopra descritti:

  • Informare in modo tempestivo e chiaro sull’effettiva accessibilità del proprio patrimonio culturale e turistico.
  • Attivare forme di divulgazione e formazione per i cittadini e le imprese.
  • Operare in tutte le azioni programmatiche e di intervento tenendo conto delle parole chiave sopra indicate.

Sottoscrivere la “Carta di Sibari e la costa dei tre miti” per un’impresa significa in relazione ai punti sopra descritti:

  • Informare in modo tempestivo e chiaro sull’effettiva accessibilità della propria struttura e dei servizi prestati.
  • Considerare al centro di ogni attività il turista portatore di esigenze diversificate.
  • Operare in tutte le azioni programmatiche e di intervento tenendo conto delle parole chiave sopra indicate.

Conclusioni e riflessioni

L’approccio metodologico della carta di “Sibari e la costa dei tre miti” parte dalla consapevolezza che l’accessibilità universale è un obiettivo che potrà essere raggiunto solo con un processo/percorso che ha tempi e modalità differenti, da luogo a luogo.

A tal proposito la carta di “Sibari e la costa dei tre miti” non vuole essere un mero elenco di punti, ma vuole tracciare un sentiero da percorrere e inoltre essere di fatto un laboratorio territoriale sull’accessibilità turistica e culturale.